Visura catastale on line: come richiederla? Quando serve?

Informazioni su come e quando richiedere la visura online

Oggi parleremo della visura catastale on line per capire come ottenere tutte le informazioni su un immobile, in maniera semplice e in tempo reale. Quando si parla di visura catastale, si fa riferimento ad uno specifico certificato legato alle proprietà immobiliari. Non non si tratta, pertanto, di una raccolta approssimativa dei dati, ma un vero e proprio documento ufficiale con cui viene riconosciuta l’identità di un immobile, di qualsiasi natura esso sia. Una casa, un ufficio, un box: tutto viene registrato nel catasto.
Come ci si può immaginare, le informazioni contenute nella visura catastale on line possono servire per molteplici scopi. È in base ad essa, ad esempio, che vengono calcolati tasse o redditi; ed è sempre a partire dalla visura che è possibile vendere o affittare un immobile.
Conseguentemente alla vita di una persona, la visura catastale può tornare utile in diverse circostanze quotidiane. Ma come si ottiene? è possibile ottenere una visura catastale on line gratis? Per questa e altre domande, abbiamo raccolto delle risposte che troverete lungo la lettura dell’articolo dedicato esclusivamente alla visura on line.

Cos’è la visura catastale?

visura catastale on lineLa visura catastale è un documento ufficiale rilasciato dall’Agenzia delle Entrate e che descrive l’identità di un immobile. Che si tratti di una casa, di un negozio, o di un box auto, la visura catastale ricostruisce, a partire da dati strutturali dell’edificio e del legittimo proprietario, il catasto edilizio. Nella visura sono contenute date, indirizzi, aggiornamenti, e informazioni anagrafiche legate al possedimento di proprietà immobiliari.
Con la visura catastale s’intende quindi una sorta di “archivio immobiliare” in cui tutte queste informazioni vengono raccolte, tutelate e aggiornate nel tempo. Ad esempio, quando si procede alla vendita di una casa, tale informazione va ad aggiungersi allo storico immobiliare. Si tratta del documento più attendibile circa la proprietà immobiliare, ed è per questo che il fisco si basa sulle informazioni contenute nella visura catastale per calcolare imposte come Imu o Tasi. Ma vediamo nello specifico in cosa consiste il documento, partendo dalla distinzione di partenza.

Esistono due tipologie di visura catastale, infatti: il catasto fabbricati e il catasto terreni. La differenza è che mentre il primo tipo riguarda la registrazione dei fabbricati urbani, la seconda si focalizza sui terreni agricoli e rurali.

Nel caso di un Catasto Fabbricati, le informazioni contenute nella visura castale sono:

  • Comune castastale;
  • dati identificativi: sezione urbana, foglio, particella, subalterni;
  • dati classamento: zona censita, micro zona, categoria, classe, consistenza, superficie catastale, rendita;
  • altre informazioni: indirizzo, ultima variazione intervenuta, dati ulteriori;
  • intestazione: dati anagrafici, codice fiscale, diritti e oneri, provenienza dei dati dell’intestazione (atto pubblico);

nel secondo caso, invece, le informazioni contenute in una visura di un Catasto Terreno sono:

  • Comune castastale;
  • dati identificativi: foglio, particella, subalterni;
  • dati classamento: qualità classe, superficie catastale, reddito domenicale, reddito agrario;
  • dati di aggiornamento;
  • intestazione: dati anagrafici, codice fiscale, diritti e oneri, provenienza dei dati dell’intestazione (atto pubblico).

Il fattore che accomuna entrambe le tipologie di catasto riguarda, come è evidente, l’intestazione. Sia la visura per il fabbricato che quella per il terreno, consentono di ricostruire l’identità della persona a cui è intestato uno o più beni, a partire dalle informazioni immobiliari. In sostanza, possiamo dire che con la visura catastale è possibile identificare un immobile, calcolare il reddito, e conoscerne il proprietario.
La visura catastale è un documento che proviene dalla Agenzia delle Entrate ma può essere reperito anche online: tale pratica è conosciuta come visura catastale on line ed ha la stessa valenza del documento reperito di persona.

Visura catastale on line: come richiederla?

Quando ci si presenta fisicamente allo sportello, la richiesta può essere effettuata a partire dalla compilazione del modulo apposito per la visura e fornito dalla stessa Agenzia delle Entrate. Tuttavia, da un po’ di tempo, è stato introdotto lo strumento per ottenere una visura catastale on line in maniera più sbrigativa. Pertanto si può richiedere una visura catastale presso un ufficio oppure sul sito: qui di seguito ci concentriamo specificatamente sulla richiesta di visura catastale on line, riportandone tutti gli step necessari all’ottenimento del documento ufficiale.
A questo proposito, spieghiamo dapprima la differenza tra consultazione personale e Sister. Entrando nel sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate il primo bivio è la scelta di uno dei due strumenti per ottenere il documento. La scelta presenta differenze ben precise. Nel primo caso, si tratta del tool che consente una visura catastale on line gratis ma unicamente della proprietà personale. Nel secondo, invece, la ricerca non si limita alla proprietà personale: lo strumento è a pagamento e comprende l’intera banca dati nazionale che estende i confini della ricerca. Per questo motivo il tool Sister è usato principalmente da professionisti. Ma vediamo come ottenere correttamente una visura catastale on line con entrambi gli strumenti.

Per richiedere la visura catastale on line optando per una CONSULTAZIONE PERSONALE, è necessario:

  1. entrare nell’Area Riservata;
  2. accedere in Entratel/Fisconline;
  3. accedere con Credenziali Agenzia, inserendo nome utente, codice pin, password;
  4. una volta entrati nella sezione Mia Scrivania,  è possibile cercare nel menù di navigazione a sinistra la voce Servizi ipotecari e catastali, Osservatorio mercato immobiliare. Il menù a tendina fornisce una serie di voci, per cui è necessario cliccare su Consultazione personale e, successivamente, conferma lettura in basso alla pagina.
  5. Nell’Elenco omonimi appare il nome del proprietario. Cliccando ricerca, si apre l’elenco delle province in cui si trovano gli immobili. Qui è sufficiente cliccare Visura per Soggetto per ottenere una visura catastale online di tutte le proprietà possedute da quel titolare.
    Se, invece, si necessita di visura on line di uno specifico immobile, è necessario cliccare immobili e l’elenco da omonimi diventa, appunto, Elenco immobili. Qui, semplicemente, selezionare l’immobile interessato e cliccare Visura per Immobile. Lo strumento consente di scegliere se richiedere una  visura completa oppure per una visura storica (in cui è possibile selezionare un range preciso di tempo, inserendo delle date come estremi di ricerca).
  6. A questo  punto non resta che cliccare su Inoltra e il sistema prepara in automatico la visura on line. Una volta elaborato, il documento si può direttamente aprire o salvare.

Il secondo metodo è quello del portale a pagamento SISTER. In questa modalità sono previsti i seguenti passaggi:

  1. entrare all’Area Riservata;
  2. Nel menù di navigazione Servizi cliccare la voce Consultazioni e Certificazioni. Attenzione: questo servizio è a pagamento, pertanto questa voce è esclusiva di chi paga la convenzione; dal menù a tendina, cliccare nuovamente Visura Catastale, e premere il pulsante conferma lettura.
  3. Nella sezione Selezione Ufficio Provinciale, scegliere la provincia dell’immobile d’interesse e cliccare su applica. Si apre un tool di ricerca più specifico, in cui scegliere l’oggetto in base all’immobile o dati anagrafici. Il modulo è ricco di voci da completare e che consentono di affinare la propria ricerca.
  4. Una volta inseriti i campi, sul menù di navigazione di sinistra, si può accedere alla voce Richieste. Da qui è possibile trovare tutti file del documento. Attenzione: viene addebitato l’importo dal momento in cui l’utente visualizza o scarica file.Per conoscere il costo delle prestazioni del portale Sister è consultabile l’apposita pagina pubblicata da Agenzia delle Entrate e che è raggiungibile da qui.Per richiedere la delega non è necessario essere proprietario: a differenza della planimetria, la cui richiesta necessita di una delega, se non effettuata dal legittimo titolare, la visura catastale on line può essere richiesta da chiunque sia in possesso dei dati necessari alla ricerca.

Visura catastale on line gratis, si può?

La visura catastale on line gratis è possibile attraverso il canale Consultazione Personale. Agenzia delle Entrate offre la possibilità ai soggetti di ottenere le informazioni sui singoli beni immobiliari in maniera semplice e gratuita. Come illustrato nel paragrafo precedente, l’iter per accedere al censimento sull’immobile è molto semplice, purché si abbiano i dati necessari. Pertanto, si può ottenere una visura on line gratis senza pagare nessuna spesa. Tuttavia, per chi volesse accedere alla banca dati nazionale il servizio apposito è il Sister (a pagamento), che è un servizio che funziona con convenzione annuale all’Agenzia delle Entrate.

Ricordiamo che la visura catastale on line è gratis per chi ha il diritto di proprietà sull’immobile. Chi non è proprietario, locatario, o non possiede in alcun modo questo diritto, è chiamato a pagare al servizio:

  • 1,35 euro per ogni 10 unità immobiliari o frazione di 10 se visura per soggetto;
  • 1,35 euro se visura per immobile;
  • 1,35 euro se visura per mappa.

Quando e a cosa può servire una visura catastale…

visura catastale on lineCon questi dati di natura tecnica, fisica e giuridica, la visura catastale on line consente la consultazione informativa degli immobili e in maniera pressoché semplice. L’intero censimento conservato nell’archivio dati dell’immobile ha una ragion d’essere, spiegata innanzitutto dall’imposizione fiscale. In sostanza, è sulla base dei dati della visura catastale che il fisco calcola le tasse sugli immobili.
Grazie alle informazioni attendibili fornite dalla Agenzia delle Entrate, il fisco può calcolare la cosiddetta rendita catastale che fa da indice per l’importo della tassa che il proprietario di un immobile è chiamato a pagare. Ma non è solo di Tasi o Imu che si parla. L’amministrazione finanziaria si preoccupa di conseguire ulteriori rilevamenti fiscali, inerenti al reddito del contribuente: per questo la visura catastale può essere richiesta per la compilazione di modello 730 o modello unico.
O molto più semplicemente, la visura catastale on line è considerabile quel rendiconto ufficiale per avere conoscenza di tutte le proprietà immobiliari intestate ad una persona.

L’altra grande ragione per cui può servire la visura catastale riguarda la compravendita immobiliare. Quando un proprietario deve vendere un immobile, uno dei documenti necessari all’operazione preliminare è appunto la visura catastale, che verifica se il bene è stato accatastato. Per legge, non si può vendere un immobile se non è in catasto o se l’intestazione non corrisponde ad un dato veritiero.

L’utilità, infine, della visura on line consiste nella consultazione dei dati. A volte anche una semplice operazione di controllo, al fine di verificare un’informazione o se ci sono discordanze sui dati inseriti, la visura catastale è il modo più semplice per avere un quadro specifico della situazione. E grazie alla visura catastale on line offerta dalla Agenzia delle Entrate è ancora più semplice controllare il documento ufficiale sull’immobile.

Come indica l’Agenzia delle Entrate stessa, la visura catastale consente di reperire:

  • dati reddituali e identificativi di un immobile;
  • dati anagrafici del soggetto intestatario;
  • monografie di punti fiduciali e vertici di rete catastale;
  • mappa catastale e planimetrie;
  • elaborati planimetrici;
  • atti di aggiornamento catastale.

Con la speranza di aver risposto a vostri quesiti e curiosità, termina l’approfondimento sulla visura catastale on line, lo strumento che consente di ricostruire l’identità fisica e giuridica di un immobile, nonché quella anagrafica circa il proprietario del bene ricercato. La visura catastale on line gratis è lo strumento che permette al diretto interessato di poter accedere in maniera spontanea al censimento di dati immobiliari che, come abbiamo visto, hanno molteplici funzionalità. Che sia per verificare le tasse, o per vendere il proprio immobile, la visura on line è un prontuario informativo e ufficiale sul bene immobile che si possiede. Il nostro obiettivo è quello di condurvi, leggendo, alla conoscenza dello strumento e all’ottenimento della visura castale on line.

Ma se ci sono delle domande, o meglio ancora, delle esigenze più specifiche, non esitate a contattarci via email e a raccontarci del vostro caso. In alternativa, saremo ben lieti di rispondere ad un vostro commento in fondo all’articolo.

Condividi questo articolo:

Visura catastale on line: come richiederla? Quando serve?

mutuo ipotecario per liquidità