Aste telematiche online: cosa sono e come partecipare?

Scopri come accedere al portale aste telematiche e partecipare ad una gara d’asta.

Quello delle aste telematiche può apparire un mondo parallelo e che viaggia più distante rispetto ai metodi di acquisto tradizionali. In fondo, l’asta giudiziaria si conferma una nicchia all’interno del grande mercato immobiliare (e non solo), circondato da miti e credenze che spesso, però, non descrivono bene la natura di questo tipo di compravendita. E allora, con l’articolo di oggi, cercheremo di capire cosa sono e come funzionano le aste telematiche.

Se un tempo l’asta tendeva a rimanere una pratica elitaria, con l’avvento di internet qualcosa è cambiato. La platea di interessati si così è mano a mano allargata: grazie al web, l’asta telematica è diventata più accessibile, e il pubblico pagante può sedere sul divano di casa per compravendere immobili e quant’altro. 

A garantire l’accesso a questo mondo parallelo è il portale aste telematiche, la piattaforma che non solo permette agli utenti di partecipare all’asta con tutte le comodità di un sistema telematico, ma ne garantisce la trasparenza. Ecco, lungo la lettura andremo a raccontarvi proprio questo: in cosa consiste il portale, come si effettua il login per partecipare alle aste telematiche e come funziona l’aggiudicazione di un’asta.

Cos’è un’asta telematica?

L’asta immobiliare è una modalità di compravendita basata sulla competizione tra più offerenti, con cui vengono messe in vendita proprietà statali, edifici pubblici e immobili su cui gravano procedure giudiziarie. In quest’ottica, l’asta telematica non è altro che la sua evoluzione digitale.

Come vuole l’immaginario comune, una gara d’asta funziona più o meno così: un venditore, degli offerenti, passaggi di buste cartacee contenenti le offerte, e un giudice a dirigere il tutto. Ma oggi l’asta giudiziaria si è trasferita nell’etere grazie alla realizzazione di piattaforme digitali per le vendite immobiliari. Seppur è stato il DM 32/2015 ad introdurle legalmente, è soltanto dal 10 aprile 2018 che le vendite telematiche sono divenute obbligatorie, con l’ufficializzazione del Portale di Vendite Pubbliche da parte del Ministero. Eccone l’estratto del Codice di procedura civile:

“che il versamento della cauzione, la presentazione delle offerte, lo svolgimento della gara tra gli offerenti e, nei casi previsti, l’incanto, nonché il pagamento del prezzo, siano effettuati con modalità telematiche, nel rispetto della normativa regolamentare di cui all’articolo 161-ter delle disposizioni per l’attuazione del presente codice” (comma 4, art. 569, C.p.c).

A differenza dell’asta tradizionale, le aste telematiche si svolgono interamente sulla piattaforma, dalla vendita alla gara tra offerenti, dal momento che, grazie ad internet, le offerte possono essere presentate a distanza; ovviamente, il tutto sempre presieduto da un un Giudice o un professionista delegato. Tuttavia, considerando una generale impreparazione digitale dei consumatori, molte gare vengono consentite in modalità mista “cartacea digitalizzata”; ciò significa che si possono presentare offerte anche avvalendosi di delegati alle vendite, i quali caricano le offerte cartacee sui portali di aste telematiche.

A grandi linee, le ragioni per cui si può verificare un’asta giudiziaria sono tre: un mutuatario non riesce a saldare il debito alla banca e quest’ultima procede con la messa all’asta dell’immobile; un’azienda cade in fallimento e i diritti del bene alienato vengono trasferiti; un ente pubblico decide di vendere un immobile e procede obbligatoriamente per asta giudiziaria.
In questo senso, il vantaggio che contraddistingue le aste immobiliari è il risparmio: nella maggior parte dei casi il miglior offerente si aggiudica un immobile ad un prezzo inferiore rispetto ad una normale compravendita, alle volte con una decurtazione del prezzo fino al 50%.
Di tipologie ne esistono diverse, ma perlopiù le aste telematiche avvengono principalmente secondo due modalità: asincrona o sincrona.

La “vendita asincrona” consiste in una gara interamente telematica senza la connessione simultanea del giudice. Questa gara, che avviene per rilanci successivi in un arco temporale stabilito nell’avviso di vendita, può durare anche diversi giorni e può essere seguita sul portale astetelematiche.it; inoltre, vi è la possibilità di ricevere news via posta elettronica su eventuali superamenti di offerte. Allo scadere del tempo, l’utente che ha rilanciato la migliore offerta si aggiudica provvisoriamente l’immobile. E se, anche dopo un eventuale prolungamento, l’offerta resta la migliore, il giudice ne conferma l’aggiudicazione.

La “vendita sincrona”, invece, segue un orario prestabilito con rilanci effettuati nella stessa unità di tempo in simultanea connessione del giudice. Tale gara può svolgersi anche in modalità mista, e cioè svolgersi contemporaneamente online e in sala.

Requisiti per la partecipazione

Per partecipare alle aste telematiche non sono necessari particolari requisiti. Tutti possono partecipare ad un’asta giudiziaria, con l’esclusione del debitore e di soggetti con speciali divieti d’acquisto (art.1471 del C.c.).

Come partecipare alle aste telematiche

Il mondo delle aste telematiche è accessibile previa registrazione al portale. Infatti, il primo grande passo consiste nel crearsi un profilo utente in cui rilasciare i propri dati anagrafici. Dopodiché, è possibile partecipare all’asta online seguendo tre step.

1) VISITA ALL’IMMOBILE

Il primo passo consiste nel visitare l’immobile per cui si vuole presentare l’offerta. Per farlo, è necessario prendere appuntamento con il custode giudiziario nominato dal Tribunale. La visita per esaminare il bene è un diritto inopinabile per il partecipante, e, come spiegato nel C.p.c., il custode la deve garantire entro 15 giorni dalla richiesta, formulata tramite Portale delle Vendite Pubbliche. Per prenotare la visita, è sufficiente accedere al portale e cliccare “prenota visita immobile” sopra la scheda inerente al bene.

2) PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA

Ogni asta prevede un avviso di vendita, o bando d’asta, contenente tutte le informazioni necessarie per partecipare alla gara: la descrizione dell’immobile, le condizioni economiche di vendita e la modalità di partecipazione. Detto ciò, per prenderne parte è necessario presentare la domanda di partecipazione sul portale delle aste telematiche, previa registrazione. 

Nell’asta con incanto, si procede con la presentazione senza offerta. Ma nel caso più diffuso, ovvero l’asta senza incanto, ogni partecipante che vuole partecipare deve presentare un’offerta contenente prezzo offerto e cauzione, indicata sempre nell’avviso e che generalmente è pari al 10% del prezzo base d’asta. Nell’asta fisica, l’offerta va presentata in busta chiusa; invece, in caso di asta telematica, la presentazione dell’offerta è digitale e avviene sul portale delle Vendite Pubbliche www.pvp.giustizia.it/pvp/. Si tratta di un modulo web ministeriale a cui rimanda lo stesso portale astetelematiche.it. 

Ad ogni modo, dopo aver raccolto diverse proposte, il Giudice fissa la data d’asta.

3) PARTECIPAZIONE ALLA GARA

Nel luogo e il giorno stabilito dal giudice, le persone possono partecipare telematicamente alla gara collegandosi alla piattaforma. In questo passaggio, è necessario inserire:

  • dati e documenti dell’offerente;
  • dati e documenti della partecipazione  (a titolo personale, a nome di società, con procura, in comproprietà con altri soggetti, per persona da nominare, in qualità di legale tutore);
  • dati di versamento della cauzione e dati di restituzione della cauzione

Ecco un piccolo ma utile vademecum predisposto dal portale astetelematiche.it:

  • consulta tutta la documentazione formale di gara; 
  • richiedi gli strumenti tecnici necessari per partecipare alla vendita (PEC e firma digitale);
  • accedi al Modulo web ministeriale per la presentazione dell’offerta telematica;
  • ricevi le credenziali di accesso alla gara;
  • partecipa alla vendita, se vuoi, in modo anonimo;
  • dialoga con il banditore tramite sistema di messaggistica.

Portale aste telematiche: login

Prima di ogni altra cosa è necessario registrarsi al portale aste telematiche, recandoti su www.astetelematiche.it. Dopodiché, segui i seguenti passaggi per effettuare registrazione ed accesso alla piattaforma. 

  • In alto a destra, clicca su “Accesso utenti” e “Registrati”.
  • Inserire i propri dati e scegliere nome utente e password.
  • Conferma registrazione cliccando il link ricevuto via email.
  • Accedi al portale.
  • Ricerca la vendita e clicca il tasto “Partecipa”.

L’aggiudicazione di un asta telematica

Quando si conclude una gara, il partecipante che ha presentato l’offerta più alta si aggiudica provvisoriamente il bene, mentre tutti gli altri partecipanti ricevono indietro la cauzione.
L’utente che si aggiudica il bene è chiamato a versare il saldo del prezzo, gli oneri, i diritti d’asta e le imposte, secondo le modalità descritte nella scheda del bene ed entro un tempo stabilito. Se non si provvede al saldo del prezzo ed oneri, ne consegue la decadenza dell’aggiudicatario con trattenuta della cauzione versata in qualità di penale.


Eccoci al termine di questa guida alle aste telematiche, il mondo delle aste giudiziarie a portata di clic e che consente a migliaia di utenti di potersi aggiudicare un immobile in qualità di migliore offerente. Come partecipare è davvero semplice: accedendo al portale aste telematiche, previa registrazione, è possibile scrollare tra diverse schede del bene presenti nella Home e procedere sull’immobile per cui si desidera partecipare alla gara. Grazie all’avviso, si possono scoprire le modalità con cui partecipare, se con o senza incanto, se mediante vendita sincrona o asincrona. Se desideri sperimentare le aste telematiche, collegati al portale e segui i nostri step su come partecipare: potresti aggiudicarti un immobile ad un ottimo prezzo!

Noi di Simulatori Mutuo vi salutiamo qui, sperando di avervi fornito le informazioni necessarie alla vostra ricerca. Come sempre, vi invitiamo a scriverci per qualsiasi necessità o, in alternativa, a lasciare un commento sotto l’articolo per condividere con noi e con gli utenti una vostra esperienza nel mondo delle aste telematiche. A presto!

Condividi questo articolo:

Aste telematiche online: cosa sono e come partecipare?

mutuo ipotecario per liquidità