Surroga più liquidità: cos’è? Consigli per sostituzione mutuo

Guida alla surroga più liquidità. Come funziona? Quali banche lo permettono?

Quando si parla di surroga più liquidità si fa spesso confusione tra surroga e sostituzione. Concettualmente, infatti, essa si pone come una via di mezzo tra queste due forme di finanziamento, seppur nella pratica si tratta di soluzioni ben distinte. La surroga più liquidità è ancora poco diffusa, ecco perché quando se ne parla si intende perlopiù la sostituzione mutuo che punta ad ottenere una quota di liquidità al momento della sigla del contratto, da spendere secondo le diverse esigenze. Questa particolare forma di surroga più liquidità è la risoluzione per chi necessita denaro e non riesce più a pagare il mutuo, in quanto fornisce al richiedente una quota di soldi aggiuntiva oltre al trasferimento del proprio mutuo. Ma conviene? e come funziona la surroga più liquidità? In questo articolo proponiamo un approfondimento sulla sostituzione del mutuo, soffermandoci in particolare sulle caratteristiche della “surroga più liquidità”.

Cos’è una surroga più liquidità?

La surroga più liquidità è perlopiù un mutuo sostituzione che consente di ottenere una quota di liquidità, oltre al trasferimento del proprio mutuo presso una nuova banca. Sostituzione e surroga sono concetti differenti, in quanto il primo prevede iter e costi di apertura del nuovo mutuo, mentre il secondo no. Per questo motivo è bene distinguere l’eccezionalità della surroga più liquidità, come una formula che solo poche banche concedono oggi a chi cerca di ottenere una somma di denaro liquida al momento dell’accensione del nuovo mutuo (vantaggio della sostituzione), senza tuttavia dover estinguere il vecchio mutuo ed iscriverne uno nuovo (vantaggio della surroga). 

Dato che il concetto può creare confusione, specifichiamo che in questa guida cercheremo di capire cos’è la surroga più liquidità a partire dalla sostituzione mutuo in generale.

La sostituzione mutuo come strumento finanziario mira ad abbassare il tasso del vecchio mutuo. Al momento della sostituzione, infatti, il mutuatario può scegliere una proposta di mutuo più vantaggiosa rispetto a quella già in essere, puntando a mantenerne la stessa durata o, talvolta, a ridurla. Per questo la sostituzione mutuo, o la surroga più liquidità, è consigliata a chi non riesce a sostenere le rate del mutuo che, come è noto, è un impegno oneroso e l’inadempimento può comportare dei rischi finanziari non indifferenti.  La surroga più liquidità consente di spostare il mutuo verso lidi più convenienti, in termini di tassi di interesse, e al tempo stesso di ricavare una somma di denaro al momento in cui si accende il nuovo mutuo. Liquidità che può essere spesa dal mutuatario come meglio crede, andando eventualmente a risanare una situazione debitoria. Facendo un esempio puramente indicativo per spiegare cos’è la sostituzione mutuo più liquidità:

se si ha un mutuo di 100.000 euro calcolato su una durata di 20 anni a un tasso del 2%, con la surroga più liquidità si può trasferire il mutuo chiedendo 110.000 euro con un tasso dell’1%, ottenendo 10.000 euro contanti, mantenendo una rata più o meno simile a quella precedente.

Questo logicamente comporta un incremento del debito nei confronti della banca. Se il valore del mutuo da 100.000 euro passa a 110.000 euro – come nell’esempio – i diecimila della quota liquidità rientreranno nel piano di ammortamento del mutuatario.  Ma quindi conviene richiedere una surroga più liquidità? La surroga più liquidità è molto vantaggiosa perché consente di ottenere la liquidità della sostituzione del mutuo, con alcuni vantaggi della surroga. Tuttavia, considerando la poca offerta della surroga più liquidità, è opportuno chiedersi: conviene richiedere la sostituzione mutuo più liquidità? In certi contesti, sì: l’inadempimento del mutuo è un problema che richiede una soluzione tempestiva, se non si vuole incorrere in maggiori rischi finanziari. Come un “prestito nel prestito”, la surroga più liquidità può rimediare alla necessità di denaro, con la richiesta di una quota aggiuntiva al momento dell’accensione del nuovo mutuo sostituito.

Tutto questo nella cornice che ogni banca o istituto del credito offre ai propri clienti: la convenienza non è un valore da asserire in maniera assoluta, ma è insita nelle diverse proposte che gli enti fanno. 

In conclusione la surroga più liquidità, se non diversamente specificato dalla banca, non è surroga ma coincide con la sostituzione mutuo, ovvero, la stipula di un nuovo contratto (con procedimenti e relative spese). È utile perciò scoprire quali banche consentono la sostituzione del mutuo, quali offerte ci sono nel mercato finanziario a cui far riferimento e dove richiedere la surroga più liquidità. Dà un’occhiata tu stesso: scopri quali banche concedono lo concedono e scarica dei preventivi  gratis da qui.

Quali banche permettono la sostituzione mutuo?

La scelta della banca dove richiedere la sostituzione mutuo è come sempre surroga più liquidità
determinante. Trasferire il mutuo presso un altro istituto del credito, secondo la modalità della sostituzione, è un processo ben più complesso della surroga, famosa per la semplificazione dei passaggi burocratici. Per questo motivo abbiamo raccolto alcune delle banche che concedono la sostituzione o surroga più liquidità.

Banca BNL

Ad oggi BNL è l’unica banca ad offrire la “surroga più liquidità”. Con TrasformaMutuoExtra BNL la banca consente al mutuatario di richiedere la surroga del mutuo, ottenendo però una liquidità extra tipica della sostituzione mutuo. Per far ciò, il nuovo cliente sigla due contratti: il vecchio (equivalente al debito residuo) e il nuovo (equivalente al valore + liquidità). Le caratteristiche specifiche dell’offerta di surroga più liquidità BNL sono:

  • stesse condizioni del vecchio mutuo, in termini di tassi e durata;
  • liquidità superiore a 50.000 euro.

Attualmente Banca BNL applica la surroga più liquidità ai prodotti: Mutuo BNL Quasi Fisso, Mutuo BNL Spensierato, Mutuo BNL Variabile, Mutuo BNL Su Misura Elite.

BPER Banca

Il Mutuo a Tasso Fisso BPER Banca è tra le offerte che consentono di finalizzare il nuovo mutuo alla sostituzione più liquidità. Nello specifico, ecco le caratteristiche della sostituzione mutuo BPER:

  • durata 5-30 anni;
  • importo massimo finanziabile pari all’80% del valore dell’immobile;
  • importo massimo liquidità inferiore al 50% del valore dell’immobile;
  • garanzia ipoteca di primo grado sull’immobile;
  • spese di sostituzione: istruttoria minimo 599 euro, perizia nuovo immobile 254 euro, perizia  250-1.000 euro, imposta sostitutiva 2%, imposta sostitutiva prima casa 0,25%.

Intesa SanPaolo

Con Mutuo Domus Per il Rifinanziamento Banca Intesa SanPaolo consente al nuovo cliente di sostituire il proprio mutuo con un nuovo finanziamento, al fine di ottenere una somma di denaro liquida alla stipula del nuovo contratto. Le caratteristiche del Mutuo Domus sono:

  • durata massima di 30 anni;
  • importo massimo finanziabile pari all’80% del valore dell’immobile;
  • importo massimo di 400.000 euro;
  • importo minimo liquidità 10.000 euro;
  • importo massimo liquidità 100.000 euro;
  • tasso fisso o variabile;
  • possibilità di sospensione rata per 3 volte (se acquistata l’opzione flessibilità);
  • spese di sostituzione: istruttoria 1.500 euro, perizia 350-4.450 euro, sopralluoghi Sal 130-155 euro, imposta sostitutiva 2%, imposta sostitutiva prima casa 0,25%, invio documenti gratuito.

Deutsche Bank

Mutuo Sostituzione più Liquidità è la soluzione per i nuovi clienti che desiderano migrare verso Deutsche Bank. L’istituto consente di:

  • scegliere la durata del mutuo;
  • allungare la durata del mutuo rispetto a quella del vecchio contratto;
  • scegliere tra tasso fisso, variabile o misto;
  • scegliere l’importo liquidità.

Poste Italiane

Grazie al Mutuo BancoPosta Sostituzione + Liquidità si può richiedere la sostituzione mutuo anche a Poste Italiane, rimpiazzando il vecchio mutuo in cambio di una nuova liquidità. Le caratteristiche dell’offerta di Poste Italiane sono:

  • importo minimo liquidità 15.000 euro;
  • importo massimo liquidità 25.000 euro;
  • durata da 10 a 30 anni;
  • tasso fisso, variabile, misto;
  • importo massimo finanziabile pari all’80% del valore dell’immobile;
  • iscrizione ipotecaria corrispondente al 150% del valore del finanziamento.

Il mercato è in continuo cambiamento e là fuori ci sono tante opportunità che potresti cogliere. Data la convenienza, poche banche ad oggi concedono la surroga + liquidità. Tuttavia, nel mercato potrebbero esserci occasioni di risparmio interessanti che potresti cogliere al volo. Verifica se c’è un’opportunità da cogliere al volo: scrolla tutte le offerte di surroga più liquidità e scarica un preventivo gratuito da qui.

Come richiedere una sostituzione mutuo più liquidità

Per richiedere la sostituzione mutuo è necessario prima di tutto scegliere la migliore offerta di surroga più liquidità o sostituzione. Si tratta di un momento molto importante, ma al contempo semplice grazie ai comparatori online. Con pochi clic è possibile confrontare in tempo reale tutte le offerte di sostituzione mutuo o surroga più liquidità presenti nel mercato.

Mutuisupermarket è a nostro parere uno dei migliori portali dove trovare un’ampia gamma di strumenti necessari alla ricerca del proprio mutuo. Una volta inseriti dati e caratteristiche del mutuo, nel nostro caso sostituzione mutuo più liquidità, il comparatore genera un elenco delle migliori offerte del momento. A quel punto si può procedere online con l’approfondimento dell’offerta oppure recarsi direttamente presso la banca, dove il soggetto può fare richiesta della sostituzione mutuo più liquidità. Prova tu stesso, gratis, da QUI.

Una volta richiesta la sostituzione mutuo, il soggetto è chiamato ad attendere che l’iter di spegnimento e accensione si completino. Per la sostituzione del mutuo è infatti richiesto un tempo maggiore rispetto ad altri strumenti finanziari – come la surroga – poiché, come già accennato, si tratta di un’iscrizione del mutuo ex novo. Ricevuta la richiesta, la banca si impegna nel conoscere il richiedente, valutare la sua situazione finanziaria, per poi dare il via alla pratica burocratica della raccolta documentale ed infine all’istruttoria. I tempi sono relativi all’istituto del credito, ma si possono stimare dai 20 ai 40 giorni tra approvazione ed erogazione del mutuo.

Nel caso in cui, come abbiamo visto, una banca consente la surroga più liquidità (come BNL) il processo di accensione del mutuo gode del vantaggio principale della surroga, ovvero, il trasferimento del vecchio mutuo presso la nuova banca, senza doverne accendere uno nuovo.
I tempi – e i costi – sono pressoché inesistenti in questo caso, rispetto alla sostituzione del mutuo standard.

Quanto costa? spese da affrontare per la surroga + liquidità

Dalla sua introduzione nell’ormai lontano 2007, la surroga è nota per essere un’operazione finanziaria piuttosto conveniente per i mutuatari. Tuttavia lo stesso non si può dire della surroga più liquidità. Come specificato all’inizio, ma di cui è bene sottolineare un’ulteriore volta, non si tratta di una surroga bensì di una sostituzione mutuo. Questa differenza è centrale per comprendere la reale spesa che un mutuatario è chiamato ad affrontare dal momento che richiede una sostituzione con liquidità.

L’unica vera convenienza della surroga più liquidità con sostituzione è, appunto, la somma surroga più liquidità risparmiodi denaro liquido che la sostituzione stessa comporta. Chi necessita di denaro – per sanare dei debiti, ad esempio, o per chi è in stato di inadempienza nei confronti di un vecchio mutuo – la surroga più liquidità rappresenta la soluzione migliore per ottenere denaro liquido e risolvere il problema. Ma quali sono le spese successive alla sostituzione del mutuo?


La sostituzione mutuo è la formula che consente di ottenere liquidità, ma che ha dei costi di apertura del nuovo mutuo e, al contempo, determina un incremento del valore del debito con la banca.  In tempi più recenti si parla appunto di surroga più liquidità per definire quel tipo di sostituzione che banche e istituti propongono ai clienti,  e che concede la liquidità ma ridimensiona i costi di apertura del mutuo. Tuttavia il confine tra le due tipologie è pressoché confuso e relativo all’offerta bancaria. In linea di principio le spese previste dalla sostituzione mutuo o surroga più liquidità – a descrizione della banca – sono:

  • costi di apertura: istruttoria, perizia, ed eventuale assicurazione;
  • spese notarili (per cui si possono spendere anche 2.000 euro);
  • il pagamento dell’imposta sostitutiva;
  • iscrizione ipotecaria;
  • incremento del valore del mutuo, corrispondente alla percentuale di liquidità ottenuta.

In definitiva la surroga più liquidità conviene richiederla solo se il mutuatario necessita di denaro liquido nell’immediato e se la somma è considerevole. Non conviene sostituire il mutuo per importi di 10.000 euro o inferiori, sopratutto se l’offerta non gode dei vantaggi specifici della surroga che, di consueto, la sostituzione del mutuo non prevederebbe.

Requisiti e documentazione necessaria

Come in ogni contratto, per procedere alla sostituzione mutuo o, se concessa, con la surroga più liquidità, il richiedente deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • registrazione al Sic e affidabilità creditizia;
  • età inferiore ai 75-80 anni (a discrezione della banca);
  • garanzia ipoteca sull’immobile;
  • dimostrazione del reddito (busta paga, cedolino della pensione, iscrizione all’Albo Professionale, ecc).

Per completare la richiesta è necessaria poi la documentazione per la sostituzione mutuo più liquidità che il soggetto si fa carico di destinare alla banca, ovvero:

  • copia del documento d’identità e codice fiscale;
  • stato di famiglia;
  • certificato di residenza;
  • estratto conto degli ultimi tre mesi;
  • modello Unico o Cud.

Eccoci al termine di questa guida alla surroga più liquidità, formula innovativa e che, data la sua rarità, attualmente, viene spesso confusa con la surroga quando in realtà si tratta di una vantaggiosa forma di sostituzione mutuo. Perciò, che si tratti di una sostituzione del mutuo o che la si chiami “surroga”, + liquidità è sinonimo di soluzione di un problema di natura economica. Che il privato sia di fronte ad un inadempimento, che non riesca a sostenere le rate, o che necessiti di una somma di denaro liquido immediata, la sostituzione mutuo più liquidità rappresenta lo strumento finanziario più opportuno per ovviare a questo tipo di problema. Sperando di avervi fornito tutte le informazioni necessarie sulla surroga più liquidità, simulatorimutuo vi saluta qui. E se ci sono ancora dei dubbi o delle semplici curiosità, vi invitiamo a scriverci senza impegno, lasciando un commento qui sotto. 

Vi ricordiamo, inoltre, che qualora aveste bisogno di una consulenza finanziaria concreta sulla sostituzione mutuo o sulla surroga più liquidità, potete sempre contattarci attraverso la richiesta di contatto qui, e saremo noi ad indirizzarvi presso esperti riconosciuti.

Condividi questo articolo:

Surroga più liquidità: cos’è? Consigli per sostituzione mutuo

mutuo ipotecario per liquidità