Assicurazione vita mutuo: qual è la migliore polizza vita? è obbligatoria?

Info, costi e preventivo sull’assicurazione vita mutuo.

Il mutuo, si sa, è un rapporto a medio o lungo termine, e questo implica che quando si va a versare l’ultima rata non si è mai gli stessi di prima. Si cambia e le cose cambiano. Il mutuo è, dunque, un contratto che vincola la persona al versamento di tempo e denaro, ma mentre quest’ultimo fa parte di un ciclo economico per cui c’è sempre un modo per riottenerlo, per il tempo non si può dire lo stesso. 

L’assicurazione vita mutuo si insinua qui, tra la promessa del debitore che dovrà ad ogni costo restituire il proprio debito alla banca e la possibilità che, invece, qualcosa di più grande possa frapporsi tra lui e questa promessa, finendo con l’aggravare la situazione del debito. Insomma, detta altrimenti, la polizza vita mutuo è quella cosa che metterebbe al sicuro te e i tuoi familiari in caso di imprevisti.
Spesso sinonimo di sperpero di denaro, specie nei contratti di mutuo di per sé onerosi, l’assicurazione vita sul mutuo passa in secondo piano e resta uno strumento accessorio. Tuttavia, se il lettore è qui, evidentemente sa che, anche se siamo persone prettamente organizzative, siamo esseri transitori per natura, e riflettere su queste cose non è perdita di tempo, ma un investimento per garantire che il tempo, qualsiasi cosa porterà con se, possa essere dei migliori se non per noi, per i nostri cari. 

Dunque, con l’articolo di oggi vogliamo offrire ai nostri utenti un approfondimento completo sull’assicurazione per il mutuo: come funziona, qual è la migliore polizza vita presente sul mercato e se, dove e come richiedere un preventivo assicurazione vita mutuo.

È obbligatoria con il mutuo?

Iniziamo col rispondere alla domanda che solitamente si fa quando si sente parlare di assicurazione vita sul mutuo. No. La polizza vita non è obbligatoria, ma è fondamentale.

La polizza, in un contratto di mutuo, è quella cosa che, dopo estenuanti sacrifici e versamenti di denaro, qualora ti accadesse qualcosa, metterebbe al sicuro il tuo pagamento. In fondo, mentre un mutuatario sa per certo che, dal momento in cui firma l’accordo, dovrà versare per 10, 20, 30 anni la stessa rata ogni mese, certi eventi non sono così prevedibili: un infortunio, la perdita del lavoro, l’aggravarsi di una malattia, la morte; sono cose che purtroppo possono succedere e che, in caso di mutuo accesso, potrebbero ricadere sui familiari per cui si è fatto tanto sacrificio garantendogli una casa.

Può suonare un’esagerazione, ma bisogna considerare che non tutti conduciamo lo stesso stile di vita. C’è chi pratica professioni rischiose o sport estremi; e chi, invece, ha condizioni di salute svantaggiate. Gli esempi potrebbero non finire, se solo ragioniamo sul fatto che essere fumatori, ad esempio, è comunque qualcosa che lede l’incolumità di una persona. Ecco che l’assicurazione vita sul mutuo è lo strumento che ti aiuta a pagare le rate, anche se non dovessi esserci più.

Come dicevamo, la polizza vita non è obbligatoria in caso di mutuo. Tuttavia molte banche tendono ad imporla per garantire il prestito. In casi come questi è necessario prestare particolare attenzione a come viene presentata l’offerta. Generalmente una polizza sulla vita non è vincolabile al contratto di mutuo, e tra offerta di una “protezione” e vendita di un “prodotto” c’è una differenza sottile che va valutata caso per caso. 

Esiste un Codice del Consumo che si occupa di tutelare i consumatori in questo senso, cercando di regolamentare un po’ la disciplina bancaria che spesso e volentieri ha cercato di vendere i suoi prodotti e guadagnare con le polizze, piuttosto che offrire una sicurezza al proprio debitore. Ad ogni modo, c’è sempre da considerare che nei casi più gravi di vincolo bancario è l’Antitrust ad intervenire, garantendo il rispetto dei diritti del consumatore (e che può essere contattato per segnalazioni).

Ad ogni modo, il mutuatario può scegliere una polizza più conveniente e la banca è obbligata ad accettare la soluzione alternativa proposta dal cliente. Il consiglio è sempre quello di avere tra le mani il documento del prodotto. È necessario leggere attentamente il preventivo dell’assicurazione vita sul mutuo e cercare di capire fino a che punto la polizza è una protezione per il tuo debito. Perché è importante tutelarsi dagli interessi bancari, ma è altrettanto importante tutelare il proprio debito.

Polizza vita sul mutuo, quando non è permessa?

Ci sono molti casi in cui, invece, è il mutuatario che vorrebbe sottoscrivere una polizza ma ne la banca rifiuta la richiesta. Infatti, il vincolo di una polizza vita sul mutuo è a discrezione bancaria, seppur il rifiuto deve essere giustificato.

Diverse clausole spiegano come e quando un’assicurazione non viene concessa. Ad esempio, la polizza viene spesso negata per motivi anagrafici. Uno dei parametri che valutano le banche è infatti l’età, per cui si tende spesso a presentare come requisito un’età compresa tra i 18 e i 70 anni. Ma non solo l’età; talvolta sono anche le malattie pregresse complicano l’ottenimento di polizza vita. E in casi particolari come questi, è bene rivolgersi alle compagnie assicurative per cercare una soluzione fatta al caso proprio.

Costo medio e coperture

Per stabilire il costo di un’assicurazione sul mutuo sono necessari parametri ben precisi. Ad ogni modo, il costo medio si aggira tra un 2% e un 10%. Ciò dipende sostanzialmente dal rischio che si va a coprire con l’assicurazione e l’eventuale provvigione alla banca o alla compagnia assicurativa per la vendita del prodotto.

Molto spesso nei contratti di mutuo la polizza vita va pagata in anticipo. Laddove, infatti, un mutuo venisse stipulato a venti o trent’anni, l’assicurazione potrebbe essere richiesta in un’unica soluzione anticipata. A pensarci bene, ci si ritrova nella stessa situazione di quando si acquista casa: non avendo liquidità tale da acquistare l’immobile in un’unica soluzione, si ricorre al prestito. Lo stesso potrebbe accadere per la polizza: un mutuatario, che ad esempio deve versare alla banca 10.000 euro per proteggere il mutuo, probabilmente accenderà un finanziamento parallelo per la polizza. 

Ma cosa si va a pagare?  Con l’acquisto di un’assicurazione vita sul proprio mutuo si vanno a coprire eventuali “rischi” che potrebbero verificarsi lungo il piano di rimborso rateale. Ecco di seguito gli esempi di copertura di queste polizze.

COPERTURA PERDITA D’IMPIEGO (PI)

Questa polizza è una garanzia in caso di perdita involontaria del lavoro, spesso circoscritta ai lavoratori dipendenti con contratti a tempo indeterminato. La polizza sul lavoro funziona sostanzialmente così: qualora il mutuatario perdesse il lavoro e non per causa propria, la polizza fornirebbe lui una certa liquidità mensile che garantirebbe il pagamento del mutuo per un periodo prestabilito.

COPERTURA RICOVERO OSPEDALIERO (RO)

L’assicurazione copre in questo caso il rischio di ricovero per infortunio o malattia. Tale polizza viene spesso sottoscritta da non lavoratori, come ad esempio studenti, disoccupati, casalinghi, e  comunque di età inferiore ai 65 anni di età.

COPERTURA INABILITÀ TOTALE E TEMPORANEA (ITT)

Potrebbe succedere di perdere il lavoro o, in qualche modo, cessare di produrre reddito necessario per saldare il debito alla banca: la copertura ITT garantirebbe, in caso di infortunio o malattia accertati, la liquidità necessaria per sostenere il debito. Tale polizza è molto richiesta sia da lavoratori dipendenti che da freelance o autonomi, purché abbiano un reddito certificabile.

COPERTURA INVALIDITÀ TOTALE O PERMANENTE (ITP)

Tale copertura copre un rischio ancor più maggiore dell’inabilità temporanea. Il rischio di invalidità totale o permanente, infatti, è una condizione irrimediabile da un punto di vista medico e che impedisce al mutuatario di produrre il suo lavoro in maniera definitiva. L’ITP copre questo tipo di invalidità se accertata al 60%, per qualsiasi lavoratore che non abbia superato i 65 anni di età.

COPERTURA PER DECESSO

La polizza vita per decesso copre il rischio di perdita della vita dello stesso mutuatario. Si tratta di un’assicurazione che, più che garantire protezione a chi la sottoscrive, protegge i suoi familiari. Infatti, tale polizza coprirebbe il mutuo restituendo il premio maturato ai cari della persona defunta, per un tempo prestabilito dalla polizza e necessario a trovare una nuova fonte di reddito.

Preventivo assicurazione sulla vita nel mutuo

Generalmente, quando il mutuatario stipula un contratto di mutuo, la banca propone una propria polizza vita come parte dell’offerta. Per legge il mutuatario non è obbligato ad accettare la proposta, ma al contrario è libero di ascoltare altre offerte e sottoscrivere una polizza diversa, qualora quella bancaria non lo soddisfacesse. 

Il nostro consiglio è, infatti, quello di fare una scorpacciata di preventivi sulle polizze vita, così da poter avere sotto gli occhi la proposta più conveniente. Gli step per ottenere maggiori informazioni sull’assicurazione vita sono: 

  1. Ricercare le polizze online;
  2. Richiedere un preventivo;
  3. Comparare le offerte.

Come abbiamo visto, una polizza è sì necessaria, ma anche onerosa, dal momento che spesso necessita di un finanziamento per essere accesa. È importante dunque sottoscriverla, ma sottoscriverla a tassi e condizioni vantaggiosi. 


Eccoci al termine di questo approfondimento dedicato all’assicurazione vita mutuo, la protezione del proprio debito bancario da quei rischi che potrebbero verificarsi lungo l’arco del rimborso. Un incidente, la perdita improvvisa del lavoro, l’impossibilità di generare reddito: la vita è imprevedibile, nel bene e nel male, e tutto è da mettere in preventivo se in ballo c’è un mutuo. E la polizza vita mutuo è quella garanzia in caso di infortunio, invalidità o decesso, che metterebbe al sicuro se stessi e il proprio debito, ma soprattutto i propri cari.
Per questo, richiedere un preventivo sull’assicurazione vita mutuo è una mossa molto astuta. Come abbiamo visto, poi, non è obbligatorio per il mutuatario accettare la polizza bancaria, e se l’istituto dovesse fare pressioni in questo senso, beh, c’è l’Antitrust che potrete eventualmente contattare per segnalare l’illecito.
Ad ogni modo, per trovare la migliore polizza vita sul mercato c’è internet: con una rapida carrellata di quelle che sono le offerte più vantaggiose, è possibile dare la giusta protezione al proprio finanziamento e maturare un premio assicurativo che potrebbe mettere te e i tuoi cari in salvezza.

Noi di simulatorimutuo vi salutiamo qui, lasciando come sempre aperto l’invito a lasciare un commento sotto all’articolo per chi avesse voglia di condividere con noi una propria esperienza sull’assicurazione vita mutuo, oppure di contattarci all’indirizzo email per domande più specifiche. A presto!

Condividi questo articolo:

Assicurazione vita mutuo: qual è la migliore polizza vita? è obbligatoria?

mutuo ipotecario per liquidità