Mutuo 100 per cento Intesa San Paolo 2021: tasso e richiesta

Come richiedere un mutuo al 100% con Intesa San Paolo? è possibile?

Il mutuo 100 per cento Intesa San Paolo è uno dei prodotti più ambiti nell’omonimo istituto bancario. Marchio leader nel Paese, Intesa SanPaolo può vantare un’ampia e variegata clientela, soprattutto tra i più giovani. Questo grazie ad un’offerta mirata a cogliere gli scenari economici che inevitabilmente confluiscono nella dimensione sociale.

Non a caso, sempre più persone si mettono alla ricerca di un mutuo 100. Intesa San Paolo, così come ogni altro istituto bancario, è dunque chiamata a trovare nuove soluzioni alle crescenti domande a partire da un’analisi, che sostanzialmente può riassumersi così: oggigiorno possedere la liquidità necessaria per avviare un mutuo non è alla portata di tutti ma, com’è noto, il sistema di erogazione classico del mutuo prevede un finanziamento che non ricopra l’intero valore dell’immobile. È difficile, infatti, che una banca scelga di finanziare un mutuo al cento per cento, dal momento che un mutuatario potrebbe risultare inadempiente.

Pertanto, la banca opta per un sistema che sia in grado di tutelarla, e questo sistema, appunto, consiste nella richiesta di un anticipo iniziale che il mutuatario deve corrispondere alla banca all’accensione del mutuo.
La richiesta di un mutuo totale, tuttavia, si conferma alta. E in questa sede ci impegneremo a rispondere ad una domanda che molti si pongono, considerando questa tendenza verso il mutuo 100 per cento: Intesa San Paolo fa mutui al cento per cento?
Come gran parte degli istituti del credito dell’Eurozona, anche Isp deve scegliere se adeguarsi a questa tendenza, che le banche preferiscono, tuttavia, assecondare sempre meno. E il motivo è proprio la crisi economica e la maggiore facilità di inadempienza. 

Ciononostante, esistono banche che consentono un Loan to Value al 100% basandosi su un principio: consentire mutui al 100 per cento del valore, ma ad uno spread più alto. Così il mutuatario può evitare la liquidità iniziale – ed eventualmente usufruire di fondi statali -, mentre la banca può preservasi attraverso una netta maggiorazione dei tassi d’interesse.
Dal momento che è possibile richiedere un mutuo 100 per cento con Intesa San Paolo, andiamo a scoprire tutte le informazioni necessarie su questa tipologia di mutuo: offerta, tassi di interesse, se e come si può richiedere.

Intesa San Paolo mutuo 100% 2021: si può?

Se il lettore è alla ricerca di un mutuo 100 % deve sapere che Intesa San Paolo, gruppo leader del settore finanziario nel nostro Paese, è uno degli istituti del credito più sensibili a questo tipo di richiesta. Questo non significa che tutti possono o che sia semplice ottenerlo, ma che presso una filiale di Isp è possibile richiedere, se non l’intero valore dell’immobile che si desidera acquistare, alte percentuali di finanziamento.
mutuo 100 per cento intesa san paolo

Il prodotto su cui rivolgiamo l’attenzione è, dunque, il “Mutuo Domus. Quest’offerta di mutuo risulta particolarmente appetibile per chi desidera ottenere un mutuo oltre l’80% del valore dell’immobile e, in generale, diverse possibilità di rimborso tra cui scegliere.
Con il Mutuo Domus è possibile ottenere un finanziamento che parte da 30.000 euro fino ad un massimo di 300.000 euro, e che copre:

  • fino al 100% del valore dell’immobile per l’acquisto della prima casa per under 35;
  • fino al 95% del valore dell’immobile per l’acquisto della seconda casa;
  • fino all’80% dell’importo dei costi di costruzione della casa.

Tale mutuo è ottenibile sia a tasso fisso, con i seguenti piani di rimborso:

  • Piano base con tasso e importo stabiliti in sede contrattuale;
  • Piano base light pensato per gli under 35 e che consente loro di pagare inizialmente un preammortamento;
  • Multiopzione con tasso fisso iniziale modificabile ogni 3 o 5 anni in tasso variabile;
  • Bilanciato con cui scegliere la quota del mutuo a tasso fisso – al 70%, 60% e 50% – e quella a tasso variabile – al 30%, 40% e 50%.

sia a tasso variabile:

  • Piano base con tasso e rata che variano a seconda dell’Euribor;
  • Piano base light che consente una fase iniziale di preammortamento di quota interessi;
  • Multiopzione con tasso fisso iniziale modificabile ogni 3 o 5 anni in tasso fisso;
  • Bilanciato con cui scegliere la quota del mutuo a variabile – al 70% e 60% – e quella a tasso fisso – al 30% e 40%.
  • Libero con cui paghi rate di soli interessi e stabilisci autonomamente il rimborso di capitale, con scadenze e percentuali prestabilite in sede contrattuale;
  • Cap di tasso che consente di mettere un tetto massimo sul tasso d’interesse variabile.

Prima di dare un’occhiata ai tassi d’interesse, è bene ricordare che esistono dei vantaggi per i giovani under 35. Il Mutuo Domus Giovani, infatti, è l’offerta per ottenere un mutuo al 100%, estendibile ad una durata quarantennale del rimborso (che altrimenti si fermerebbe a 30 anni) e si mantiene con un Taeg più basso.

Tasso d’interesse per mutuo 100% con Intesa San Paolo

Quelli che seguono sono i tassi d’interesse per il “Mutuo Domus Fisso” di Intesa San Paolo, mutuo finanziabile per i giovani fino al 100% del valore dell’immobile e, in generale, oltre l’80%. A seguire, riportiamo un esempio di preventivo di rata e che potrete personalizzare sulla base delle vostre esigenze.

MUTUO 80%-95% INTESA SAN PAOLO – TASSO FISSO

  • fino a 10 anni: 1,80% 
  • fino a 15 anni: 1,90% 
  • fino a 20 anni: 2,05% 
  • fino a 25 anni: 2,20% 
  • fino a 30 anni: 2,25% 

MUTUO 100% GIOVANI INTESA SAN PAOLO – TASSO FISSO

  • fino a 10 anni: 1,80% 
  • fino a 15 anni: 1,90% 
  • fino a 20 anni: 2,05% 
  • fino a 25 anni: 2,20% 
  • fino a 30 anni: 2,25% 
  • fino a 35 anni: 2,35%
  • durate superiore a 35 anni: 2,40%

ESEMPIO – Acquisto prima casa del valore di 150.000 euro finanziato al 100% e a tasso fisso, calcolato per un’età di 30 anni e con un piano di rimborso della durata di 25 anni:

  • Rata: 650,49 euro
  • Istruttoria: 1.250 euro
  • Perizia: 320 euro
  • Taeg: 2,37%

Se l’esempio è distante dal vostro caso specifico e voleste calcolare la rata in autonomia, potete personalizzare l’esempio qui gratuitamente. Il simulatore mutuo, attraverso un inserimento di dati più preciso, è in grado di restituire il calcolo del mutuo e delle rate in tempo reale: gratis, rapido e senza impegno.

Requisiti finanziari e parametri di valutazione

Per ottenere il mutuo 100% con Intesa San Paolo servono alcuni requisiti, ovvero:

  • età minima di 18 anni;
  • età inferiore a 35 anni al momento della stipula;
  • finalità del mutuo prima casa;
  • ultime tre buste paga, ultimo CUD/730, documento d’identità e codice fiscale (ed eventualmente altri documenti più specifici richiesti dalla banca).

Per chi fosse interessato a fare domanda al Fondo Consap, invece, il sistema di valutazione dà precedenza a specifici “soggetti prioritari”, quali:

  • giovani under 35 con contratto di lavoro atipico;
  • giovani coppie costituitesi da almeno due anni e con almeno un membro under 35;
  • conduttori di case popolari;
  • Isee inferiore a 30 mila euro;
  • famiglie monogenitoriali con figli a carico.

Intesa San Paolo e CONSAP per mutui al 100%

Intesa SanPaolo aderisce al Fondo di solidarietà gestito da Consap, la concessionaria che svolge un ruolo di assicuratore pubblico nel nostro Paese e che consente a molte categorie fragili di ottenere un mutuo attraverso garanzia statale. Nello specifico, Intesa San Paolo fa riferimento al Fondo per l’acquisto della prima casa e per la sospensione del pagamento delle rate.
Il fondo Consap è destinato, come accennato sopra, a determinate categorie sociali, ma a differenza delle altre offerte di mutuo, il finanziamento in garanzia statale è destinato esclusivamente ad immobili:

  • del valore massimo di 250.000 euro;
  • non “di lusso” e fuori da categorie catastali di tipo A1, A8, A9;
  • che risulti come prima abitazione.

Stai cercando un mutuo finanziato al cento per cento e vuoi sapere qual è la banca migliore per richiedere il tuo mutuo 100%? scrolla le migliori offerte e scarica un preventivo gratuito direttamente da qui. 


Eccoci qui al termine di questo approfondimento sul mutuo 100 per cento Intesa San Paolo, sperando di aver raccolto il maggior numero di informazioni possibili per aiutare i nostri lettori.
Molto spesso ci viene chiesto: conviene chiedere un mutuo 100%? La risposta, tuttavia, non può cadere in generalizzazioni quando in ballo c’è la sicurezza finanziaria di un individuo.
Bisogna essere realisti: per alcune persone impossibilitate ad una liquidità iniziale il mutuo cento per cento rappresenta la soluzione al problema dell’anticipo e, in generale, all’ottenimento del finanziamento. Ma per altre persone il calcolo del LTV sopra descritto potrebbe, al contrario, risultare totalmente sconveniente.
La soluzione che consigliamo come portale informativo su mutui e finanziamenti è quello di approfittare del parere di un consulente. La figura del consulente è esterna agli interessi bancari, e per questo è disposta a parlare con sincerità e guidarvi alla migliore offerta bancaria. Questo perché il suo lavoro consiste nell’ascoltare con empatia il cliente, conoscere quali sono i problemi e le circostanze di partenza, e sulla base di analisi pertinenti costruire strategie vincenti nel districato mercato attuale, spesso offuscato da tanta pubblicità.

L’idea di aprire una consulenza seduta stante potrebbe spaventare un lettore mosso da semplice curiosità, ma abbiamo pensato anche a questo. Senza spostarvi dal divano e senza mettere mano sul portafoglio potete compilare un semplice modulo e ottenere con noi una prima consulenza gratuita. Per tutto il resto, non esitate a mettervi in contatto con noi per qualsiasi altro dubbio o curiosità, scrivendo alla nostra casella email. A presto!

Condividi questo articolo:

Mutuo 100 per cento Intesa San Paolo 2021: tasso e richiesta

mutuo ipotecario per liquidità