Mutuo ipotecario per liquidità: come funziona?

Il mutuo per ottenere denaro dalla banca, scopriamo cos’è e come richiedere il mutuo liquidità

Se sei proprietario di un immobile e hai bisogno di una grande somma di denaro, sei nel posto giusto. In questa guida ti spieghiamo come realizzare tutto questo grazie al mutuo ipotecario per liquidità.
Abbiamo parlato di mutui in tutte le salse, ma ancora non ci eravamo mai soffermati sull’utilità del mutuo per liquidità, un mutuo del tutto singolare nel grande panorama finanziario e che non tutte le banche sono disposte a concedere. Il motivo è presto detto: questo mutuo non è rivolto all’acquisto di casa ma pone la tua stessa abitazione come garanzia di un prestito consistente.
In questo articolo andiamo a scoprire quali sono le caratteristiche del mutuo ipotecario per liquidità, come funziona e quali sono le migliori offerte del momento.

Cos’è il mutuo ipotecario per liquidità

Il mutuo ipotecario per liquidità è una forma di finanziamento a medio o lungo termine che potrebbe consentirti di ottenere dalla banca un’importante somma di denaro da restituire comodamente con le rate di un mutuo.

Questo finanziamento viene spesso considerato una forma di credito “ibrida” tra mutuo ipotecario e prestito, perché unisce in un’unica forma alcune caratteristiche dell’una e dell’altra.
Per quanto riguarda la prima, il mutuo ipotecario per liquidità riprende l’idea di un piano di rimborso dilatato e della garanzia reale. Da qui una prima disambiguazione del mutuo ipotecario e il mutuo ipotecario per liquidità: mentre con il primo ci si riferisce alla forma di finanziamento più diffusa, e cioè il mutuo tradizionale destinato unicamente all’acquisto di casa con garanzia l’ipoteca sull’immobile, il secondo concetto intende la possibilità specifica del mutuo liquidità di porre un immobile privo d’ipoteca a garanzia di un credito consistente. Dunque, il mutuo per liquidità è una richiesta di denaro alla banca che il richiedente può destinare a spese di vario genere. Per questo, in secondo luogo, il mutuo liquidità somiglia ad un prestito personale. 

Tuttavia, dati i suoi tempi di restituzione e la necessità di una garanzia reale, questo finanziamento è un mutuo a tutti gli effetti. Ma allora cosa cambia dal mutuo tradizionale?
La differenza sostanziale tra un mutuo tradizionale e il mutuo liquidità è che quest’ultimo implica che il richiedente sia già proprietario di un immobile libero da ipoteca. Il mutuo per liquidità, infatti, è un mutuo il cui valore dipende dal valore dell’immobile ipotecato e, in generale, dalle capacità di rimborso stimate sulla situazione redditizia del richiedente. Rispetto ad un normale mutuo ipotecario, quello per liquidità presenta una durata di rimborso più breve, che generalmente non supera i 20 anni.

In termini di vantaggi e svantaggi, il mutuo liquidità conviene perché ha tassi d’interesse più bassi rispetto ad un prestito personale e dura di più. Diciamo che il mutuatario può prendersela più comoda nel restituire la liquidità in rate diluite in tempi più lunghi e, dunque, sicuramente più leggere. Per quanto riguarda gli svantaggi, invece, bisogna spostare l’attenzione dal prestito al mutuo. Lo svantaggio del mutuo liquidità è che ha una durata minore rispetto ad un mutuo ipotecario tradizionale e, sebbene comporti una liquidità cash iniziale da spendere come si vuole, non può essere finalizzato all’acquisto della prima casa.

Mutuo liquidità, quando richiederlo?

Sarà più chiaro adesso comprendere che il momento migliore per chiedere il mutuo per liquidità è quando si necessita di un’importante somma di denaro non necessariamente da destinare all’immobile. Ad esempio, la liquidità ottenuta dal finanziamento può essere investita in un viaggio, per comprare un’automobile, pagare cure mediche o gli studi dei propri figli; e gli esempi di spese straordinarie potrebbero continuare.

Purtroppo, capita di non essere in paro con vecchi debiti: il mutuo ipotecario per liquidità, durante l’acquisto di un nuovo immobile, può servire allora anche per unire diversi debiti in un unica grande rata mensile. In questo senso, funzionando per il consolidamento debiti, può essere utile per prevenire l’indebitamento dei nuclei familiari. 

Infine, c’è da considerare che il mutuo per liquidità è una valida alternativa al fido bancario. Come per il prestito personale, infatti, anche il fido presenta tassi d’interesse più elevati rispetto ad un mutuo, seppur, di contro, quest’ultimo implica altri costi accessori tipici del mutuo ipotecario.

Come si ottiene il mutuo per liquidità?

La richiesta di un mutuo per liquidità è la stessa di un mutuo tradizionale. Per farla, è necessario presentare domanda alla banca che eroga il mutuo. C’è da dire che non tutte le banche lo concedono e che, in generale, si tratta di una forma poco comune e dunque meno richiesta del tradizionale mutuo ipotecario. Ad ogni modo, una piccola differenza tra il tradizionale mutuo ipotecario e liquidità c’è: si può richiedere quest’ultimo solo se l’immobile da porre in garanzia del prestito non abbia già altre ipoteche. Per la banca, infatti, è necessario iscrivere un’ipoteca di primo grado sull’immobile del richiedente.

Migliori mutui liquidità autunno 2021

Non sai quale banca concede questo mutuo? Ecco alcune delle migliori offerte in circolazione per un mutuo ipotecario per liquidità.

MUTUO UNICREDIT FINALITÀ LIQUIDITÀ

  • Importo: 30.000 – 250.000 euro (non superiore al 70% del valore immobile).
  • Tasso:  fisso o variabile.
  • Durata: 5-20 anni.
  • Finalità: spese personali e consolidamento debiti previa giustificazione.

MUTUO LIQUIDITÀ CHEBANCA!

  • Importo: 50.000 – 200.000 euro  (non superiore al 60%).
  • Tasso:  fisso, rata protetta o variabile.
  • Durata: 10-30 anni.
  • Finalità: spese personali senza dichiarazione sulla modalità d’impiego.

MUTUO ARANCIO LIQUDITÀ

  • Importo: 50.000 – 160.000 euro  (non superiore al 80%).
  • Tasso:  fisso, fisso rinegoziabile o variabile.
  • Durata: 10-30 anni.
  • Finalità: spese personali senza dichiarazione sulla modalità d’impiego.

Cerchi una surroga + liquidità? Scopri il miglior tasso d’interesse personalizzando la tua rata gratuitamente da qui.

Costi mutuo ipotecario per liquidità

Come per il mutuo tradizionale, anche per il mutuo liquidità sono previsti dei costi di accensione. Innanzitutto, sono da sostenere spese di istruttoria e perizia, a cui potrebbe aggiungersi un’imposta dello 0,25% della somma erogata. Inoltre, sono previsti anche costi notarili e di assicurazione scoppio e incendio.

Piccolo suggerimento: sono proprio questi costi implicati dal contratto che determinano se sia meglio un prestito o un mutuo ipotecario per liquidità. Infatti, se abbiamo detto che il prestito personale presenta tassi d’interesse decisamente più alti, lo stesso non si può dire delle spese iniziali che sono decisamente minori. Come scoprire se ti conviene? scarica un preventivo gratuito del mutuo liquidità da qui. 

Chi può richiederlo?

Stando a quanto affermato prima, per richiedere il mutuo liquidità è necessario che la prima casa sia libera da ipoteca così da poter diventare la garanzia del debito. Infatti, sembrerebbe che la maggior parte delle banche concedano questo mutuo solo con garanzia ipotecaria.
Accanto a ciò, altro requisito fondamentale per questo tipo di mutuo è una buona situazione patrimoniale e creditizia. Questo perché le banche devono tutelarsi di fronte a tale prestito, considerando che, spesso, non serve dichiarare in sede contrattuale dove saranno destinati i soldi da spendere.

Come ottenere un mutuo liquidità se ho già un’ipoteca?

Come abbiamo visto, se il richiedente ha già un immobile di proprietà, tra l’altro libero da ipoteche, può ottenere una grande somma di denaro dalla banca restituibile in comode rate. Ma come fa una persona che non ha un immobile o che ha già un’ipoteca sulla casa ad ottenere il mutuo?

Un’alternativa al mutuo ipotecario per liquidità potrebbe essere il mutuo chirografario. Si tratta di una forma di finanziamento non vincolata all’acquisto di casa e al contempo in grado di fornire una somma considerevole. Infatti, il mutuo chirografario è un mutuo senza ipoteca che può avere diverse finalità. Generalmente richiesto per opere di manutenzione o simili, questo mutuo, al posto dell’ipoteca, si basa su una scrittura privata tra debitore e creditore.
Chiaramente, se non c’è un immobile a garantire al prestito, in questo tipo di mutuo altre forme di garanzie sostituiscono l’ipoteca. Ad esempio potrebbe essere usato come garanzia il patrimonio personale (o di un fideiussore), titoli, o altre risorse tali da coprire il debito.

Accanto a questi vantaggi, che dunque implicano anche un’assenza di costi notarili dal momento che trattasi di scrittura privata, concorrono anche alcuni aspetti potenzialmente sfavorevoli, come la durata, che generalmente non supera i 15-20 anni. Inoltre, c’è da sottolineare che, dato l’elevato grado di rischio, le banche concedono raramente questo finanziamento e solo a chi possiede un bel patrimonio personale che possa garantire il rimborso.


Eccoci al termine di questo approfondimento sul mutuo ipotecario per liquidità, augurandoci di avervi fornito le informazioni che cercavate su questa particolare forma di finanziamento. Il mutuo liquidità, come abbiamo visto, è una tipologia di mutuo poco comune: invece di finalizzare il credito all’acquisto di casa, si tratta di porre casa in garanzia di un prestito ingente, tale da consentire importanti lavori di ristrutturazione o qualsivoglia progetto di vita che richiede una bella somma di denaro. In molti si chiedono perché ricorrere ad un mutuo per liquidità se in fondo somiglia ad un prestito personale. A scanso di assolutismi, diciamo semplicemente che laddove la cifra di cui si necessita è piuttosto alta, il mutuo potrebbe convenire.
Il prestito personale, infatti, presenta tassi di interesse più alti rispetto ad un mutuo ipotecario. Tuttavia l’unico modo per sapere se conviene una o l’altra forma è quella di scaricare un preventivo gratuito. E se non lo avete ancora fatto, potete iniziare da qui.

Noi di Simulatori Mutuo vi salutiamo qui, ma vi ricordiamo che potete sempre scriverci per qualsiasi dubbio o necessità. Saremo altresì lieti di ricevere un commento sotto l’articolo che riassuma il vostro punto di vista sul mutuo ipotecario per liquidità. La vostra esperienza vale più di mille parole e può aiutare altri lettori in difficoltà. A presto! 

Condividi questo articolo:

Mutuo ipotecario per liquidità: come funziona?

mutuo ipotecario per liquidità