Voucher mutuo Unicredit: come funziona e quando richiederlo?

Informazioni e recensioni sul voucher mutuo di Unicredit

Il voucher mutuo Unicredit è un servizio aggiuntivo che molte banche offrono al cliente desideroso di acquistare una casa, e che si pone in alternativa alla classica richiesta di mutuo.
Come servizio, il voucher mutuo è presente nel mercato finanziario già da un po’ di anni; ma anche oggi si conferma un valido strumento per affrontare la realtà economica in cui siamo immersi, e che spesso induce a timori ed incertezze, specie quando si parla di ottenimento del mutuo. Si sa, infatti, che spesso la richiesta del mutuo non solo presenta attese molto lunghe e tanta burocrazia, ma talvolta, nonostante il lungo iter portato avanti, esso viene rifiutato.
Con il voucher mutuo Unicredit si ha la possibilità di conoscere il mutuo ancor prima di aver trovato casa. La grande differenza proposta dal voucher mutuo, infatti, è quella di rivelare in anticipo l’importo finanziabile, ancor prima che il cliente abbia una casa per le mani da voler acquistare e da presentare alla banca. È quella che in questo contesto viene chiamata fase di “pre-delibera”. Ma come funziona il voucher mutuo? Chi può richiederlo? Per cercare delle risposte, abbiamo raccolto le varie informazioni in questa guida al voucher mutuo Unicredit.

Cos’è un voucher mutuo?

Il voucher mutuo è un documento che attesta il valore del credito che la banca è disposta a concedere ad un potenziale mutuatario. Si tratta di una pre-delibera che la banca offre al proprio cliente, offrendogli un parere di pre-fattibilità sul mutuo quando ancora, il soggetto interessato, non sa quale sia la futura casa da acquistare.
Seppur possono apparire simili, non sono da confondere il voucher e il parere di fattibilità. La fattibilità del mutuo, infatti, comprende nella valutazione complessiva anche il valore dell’immobile, che il cliente deve documentare in fase di richiesta; immobile, quindi, sulla presenza del quale il soggetto richiede il mutuo alla banca. Nella richiesta di mutuo classico, infatti, viene generalmente richiesto l’atto di compravendita della casa. La particolarità del voucher mutuo, invece, e della pre-fattibilità, consiste proprio nell’assenza dell’immobile: la banca fa una stima del mutuo, ancor prima che il richiedente abbia cercato casa.
Il voucher mutuo Unicredit funziona così: la banca non fa una valutazione sull’immobile, bensì su età, reddito e patrimonio del cliente. La stima della banca, pertanto, si basa sulle sole condizioni reddituali del proprio richiedente e, in base ad esse, ne viene ipotizzata la sua capacità di rimborso.

Voucher mutuo Unicredit: come funziona?

Il funzionamento del voucher mutuo Unicredit è molto semplice, perché è la sola banca a svolgere la stima del mutuo, in sostanza. La persona interessata a conoscere il valore del suo potenziale mutuo, non deve far altro che presentare la documentazione necessaria affinché Unicredit possa calcolare il mutuo in numeri concreti e oggettivi.

In seguito alla verifica dell’età anagrafica, della situazione reddituale evoucher mutuo unicredit patrimoniale del soggetto, viene rilasciato il voucher mutuo Unicredit in qualità di lettera di concedibilità. Questa pre-delibera rivela alla persona quanto viene valutato il suo ipotetico mutuo.
Pertanto, il voucher mutuo Unicredit può essere interpretato come il documento guida per mettersi a cercare casa. È qui la grande differenza con il mutuo classico, dove in quest’ultimo caso è dal valore della casa che si calcola il valore del mutuo.

Il fatto che il processo di richiesta del mutuo venga invertito, pone una prospettiva interessante al richiedente: perché per come funziona il voucher mutuo Unicredit è molto più semplice iniziare la ricerca di una casa che rientri davvero nel proprio budget economico, conoscendone dal principio il valore; piuttosto che farsi concedere un mutuo su misura sulla casa, finendo spesso in situazioni sconvenienti.

Perché conviene il voucher mutuo Unicredit? Perché può capitare che a un richiedente venga negato il mutuo dalla banca, dopo mesi di ricerca dell’abitazione d’acquistare e nonostante abbia portato avanti la richiesta del finanziamento. Il voucher mutuo può essere rivoluzionario in questo senso, ovvero, invertendo la regola del gioco.

A questo proposito c’è da chiarire che il voucher mutuo Unicredit non rappresenta una garanzia al 100% sull’ottenimento del mutuo; si tratta piuttosto di una conoscenza preliminare e oggettiva del valore del potenziale mutuo.

La promessa del voucher mutuo Unicredit non è l’accensione del mutuo – che se mai rappresenta il suo obiettivo successivo – ma si ferma ancora prima: sapere con totale obiettività qual è il reale valore del proprio mutuo senza che esso venga modificato dagli istituti del credito in base all’immobile.

Come richiedere il voucher mutuo Unicredit? Requisiti e documentazione

Per richiedere il voucher mutuo è sufficiente recarsi in una filiale Unicredit, avendo dapprima fissato un appuntamento. Basta mettersi in contatto con l’agenzia e presentarsi al giorno e all’ora prefissi, e portare con sé la documentazione per la richiesta voucher mutuo Unicredit, ovvero, dati anagrafici e reddituali compresi di:

  • stato di famiglia, documento d’identità e codice fiscale;
  • busta paga, Cud, 730, Modello Unico o iscrizione all’Albo Professionale.

Non sono esplicitamente espressi requisiti al richiedente per ottenere il voucher mutuo. Vien da sé considerare che la banca, sulla base della situazione presentata dal proprio cliente, valuti ogni singolo caso con attenzione, decretando soddisfacenti o meno i requisiti basati sul patrimonio di partenza, e dell’età del richiedente. Difatti, la richiesta del voucher mutuo Unicredit non è ancora l’accensione del mutuo in sé e per sé; si tratta di una fase di pre-delibera, appunto, sulla quale il cliente inizierà il suo progetto di ricerca. Maggiori requisiti saranno richiesti nella fase successiva, ovvero, nella fase di istruttoria. Ma già non si parla più di voucher mutuo, in quel caso, bensì di mutuo.

Lettera di concedibilità: tempistiche, validità e informazioni aggiuntive

Dopo aver presentato la documentazione per il voucher mutuo, Unicredit valuta attentamente la situazione del proprio cliente. Considerando che il punto di maggiore forza del voucher mutuo consiste nella sua stima esaustiva e obiettiva, la banca si prende il tempo necessario per fornire un valore esatto e che non rischi di  alterare i progetti d’acquisto del proprio cliente con numeri imprecisi.

La banca può infatti valutare negativamente la richiesta del cliente, non rilasciando il voucher mutuo. In questo caso è opportuno specificare sin da subito che il rifiuto del voucher non ha la stessa valenza del rifiuto della richiesta di un mutuo classico, in termini di situazione creditizia. Ad ogni modo, il soggetto che ha visto il rifiutarsi della richiesta, può chiedere alla banca una motivazione del rifiuto.

Al contrario, se la richiesta viene accettata, Unicredit rilascia la lettera di concedibilità al cliente, con cui può iniziare la ricerca della futura abitazione. Ma quanto dura il voucher mutuo Unicredit? 

Infatti la valutazione della banca non è un valore immutabile, anzi. Unicredit concede un massimo di sei mesi in cui il cliente può sfruttare il valore del voucher per cercare la casa. Superato il termine di ricerca, il voucher decade.

Le altre informazioni da tenere in considerazione se si sta valutando un voucher mutuo Unicredit, riguardano le garanzie: dal momento che la lettera di concedibilità – in qualità di pre-fattibilità – non è considerabile una garanzia al 100% per l’ottenimento del mutuo, cosa assicura il voucher mutuo? Sostanzialmente: 

  • il valore effettivo del mutuo che la banca è disposta ad erogare (sulla base del reddito personale ed età); 
  • la stima di tempi esatti d’erogazione del mutuo; 
  • l’iter di richiesta ridotto (qualora il mutuo venga concesso in fase successiva);
  • la gratuità del servizio. 

Il fatto che non vi sia la totale garanzia dell’ottenimento del mutuo fa riflettere molti benpensanti. Tuttavia sono da tenere in considerazione non solo i potenziali requisiti personali, che potrebbero venire meno in alcune circostanze e determinare l’insuccesso del mutuo; ma anche tutti quei fattori legati all’immobile stesso o alle ditte di costruzione che hanno realizzato l’abitazione: casi come abuso o irregolarità edilizi fanno da esempio in questo senso. Ad ogni modo, in alcune proposte bancarie, la garanzia può essere esplicitata.

Alternative al voucher mutuo di unicredit…

Nel circuito finanziario non esiste solo il voucher mutuo Unicredit. Ben altre realtà esistono ormai da diversi anni, considerando che la pratica del voucher mutuo ha proliferato già nel periodo antecedente alla crisi. Da quel momento in poi, tanti fattori sono cambiati determinando un’economia più recente senz’altro più frastagliata e confusa. Si può dire che il voucher mutuo, seppur sono cambiate le circostanze, non ha smesso di interessare nuovi richiedenti, fornendo loro un valido aiuto nella conoscenza finanziaria personale.
In fase di valutazione della richiesta, può essere utile una carrellata di quali voucher considerare oltre al voucher mutuo Unicredit. E in quest’ottica, abbiamo raccolto alcuni voucher mutuo presenti nel mercato.

Mutuo in Tasca” di Intesa Sanpaolo è il voucher mutuo con cui è possibile conoscere gratuitamente e preventivamente il valore del mutuo. Si tratta dello stesso servizio proposto da Unicredit, dove però vengono allegati all’offerta dei piani di rimborsi per il successivo mutuo – valutati sulla situazione del cliente e scelti tra una diversa gamma di prodotti -, e l’eventualità di un 10% di anticipo sul mutuo; mutuo che, come terza caratteristica, prevede copertura fino al 95% dell’immobile. E considerando che gran parte dei mutui fermano la propria copertura all’80%, potrebbe essere una soluzione interessante.

Mutuo in Vista” di ING è la proposta di voucher mutuo per chi vuole conoscere il credito a disposizione per comprare casa, nonostante non ne abbia trovata ancora una. In linea con gli altri voucher mutui finanziari, anche quello proposto da Banca ING prevede un periodo di 6 mesi in cui il richiedente può, a partire dalla stima obiettiva del proprio credito a disposizione, cercare un immobile su cui accendere eventualmente il mutuo più avanti. Il documento è anche in questo caso rilasciato dalla banca gratuitamente. Ulteriore accessorio offerto da ING è il servizio di preventivatore online: recandosi sulla pagina del sito e compilando i campi, è possibile calcolare direttamente dal portale della banca un importo indicativo del proprio mutuo. 

Mutuo in 5 giorni” di BNL non è considerabile un vero e proprio voucher mutuo, ma lo menzioniamo in questa ricerca in quanto strumento molto veloce per richiedere un mutuo.  Come recita la didascalia #solo5giorni, si tratta di un servizio del noto gruppo bancario che s’impegna a fornire una risposta per la fattibilità entro 5 giorni. Seppur non presenta le caratteristiche del voucher mutuo Unicredit, il servizio di BNL può comunque essere utile per quelle persone che hanno già un immobile da presentare alla banca, ma hanno poco tempo a disposizione. A volte il problema del richiedente non è il valore del mutuo o l’assenza di un immobile, ma il fattore tempo: e mutuo in 5 giorni può rappresentare pertanto una soluzione.


E su questi ultimi esempi, termina l’approfondimento sul voucher mutuo. Unicredit, una delle maggiori banche operanti nel settore del credito, offre questa tipologia di servizio in più che, in tempi contraddistinti spesso da incertezza, idiosincrasie e lunghe attese, può se non altro rendere più dinamico il processo d’acquisto della casa. Il voucher mutuo Unicredit, con la lettera di concedibilità, va a sostituire l’iter classico della richiesta di mutuo. Come dimostrato, il voucher propone un altro punto di vista da cui guardare la richiesta di mutuo ed invertirne il processo: conoscere dapprima quanto si ha a disposizione, e poi mettersi alla ricerca della propria casa.

Può sembrare una banalità, ma non lo è. Molto spesso capita che il richiedente veda rifiutarsi la richiesta di mutuo, ad iter già iniziato. Quello che spesso reca noie e preoccupazioni, infatti, è la tempistica dei mutui. Il voucher mutuo Unicredit, seppur non rappresenta una reale garanzia di ottenimento del mutuo, garantisce un valore obiettivo di partenza da cui partire per cercare la casa adatta al proprio standard economico. 

Non esitate a porci delle domande qualora aveste dubbi o perplessità sul voucher mutuo: anche con un semplice commento qui in fondo, saremo lieti di fornirvi ulteriori dettagli per la vostra ricerca. Potete sempre contattarci personalmente – e senza impegno – per informazioni più specifiche; in tal caso vi invitiamo ad inviarci una email al nostro indirizzo, spiegandoci la vostra situazione.

Condividi questo articolo:

Voucher mutuo Unicredit: come funziona e quando richiederlo?

mutuo ipotecario per liquidità