Come scegliere il mutuo? Consigli e confronti

Scegliere mutuo online, la guida per imparare a risparmiare

Il momento di acquistare casa è arrivato e già stai fantasticando su come allestire il salotto e quale bancone scegliere per la cucina. Che tu stia compiendo il grande passo da solo o in compagnia,  c’è un aspetto fondamentale da tenere in considerazione ancor prima di tutto questo: la scelta del mutuo adatto alle tue esigenze e che ti consentirà di trasformare un immobile in casa tua.

Oggi scegliere il mutuo online è semplice, ma non così scontato. Con tutti gli strumenti che abbiamo a disposizione, infatti, si può arrivare a sottoscrivere un mutuo direttamente dal proprio computer, dove scegliere un’offerta e prenotare un appuntamento in filiale. Ma cosa ti garantisce che sia quello giusto? in altre parole, come scegliere il mutuo e risparmiare per tutti gli anni a venire?  

Documentazione, analisi e strategia: sono sicuramente questi gli ingredienti più importanti per una buona ricerca. Ma se non esiste una formula esatta per scegliere il miglior mutuo, esistono tuttavia dei passaggi essenziali in grado di garantirti maggiore sicurezza e risparmio per tutta la durata del finanziamento. E noi, oggi, siamo qui per svelarti quali sono con la nostra guida su come scegliere un mutuo online.

Come si sceglie il mutuo?

Un mutuo è un finanziamento a medio o lungo termine, e ciò implica un rapporto vincolante tra chi contrae il debito, ovvero il mutuatario che acquista casa, e il mutuante o la banca che fa credito per acquistare l’immobile. Ne consegue che scegliere il mutuo non è una cosa che si fa così su due piedi, ma deve necessariamente essere il risultato di scelte mirate e ponderate sulla base della propria situazione creditizia e sugli obiettivi che si vogliono raggiungere. 

Questa frase può apparire scontata, perché in parte lo è. È scontato scegliere un mutuo online sulla base delle proprie aspettative personali, ma non è così scontato riuscire ad ottenerlo. Per questo abbiamo parlato di documentazione ed analisi.

Una buona documentazione è, ad esempio, consultare i forum o portali come questi dove si parla di consigli sui mutui. Leggere le opinioni e imparare dalle esperienze altrui è comunque un primo passo per sapere “dove non bisogna andare se”, ad esempio, si vuole ottenere un qualcosa e una tale banca non concede quel tipo di finanziamento o presenta delle tempistiche o dei requisiti che cozzano con la propria esigenza. 

Una buona analisi, invece, è spostare la ricerca dalle opinioni ai fatti: scrutare le offerte bancarie, comparare i loro preventivi, estrapolare dal mare magnum di pubblicità i prodotti più interessanti, capire quali sono le migliori offerte di mutuo presenti in circolazioni e che possono fare al tuo caso. E per questo esistono i simulatori mutuo.

Ma è una strategia mirata al successo ciò che ti permette di partire dalla tua situazione personale e di andare dove vuoi, in tutta sicurezza. Si tratta, in questo caso, di mettere in campo tutti gli strumenti che esistono nel districato universo finanziario e che, se ben orchestrati, sanno trasformare i tuoi punti deboli in punti di forza, garantendoti un mutuo che non è il migliore in assoluto, come spesso viene pubblicizzato in giro, ma il migliore per te. Stiamo parlando, in questo caso, della consulenza sui mutui, ossia un investimento economico che molte persone, tra cui utenti che hanno chiesto aiuto in questo stesso portale, hanno deciso di fare all’inizio del loro percorso e che li ha resi mutuatari e risparmiatori allo stesso tempo (quindi rientrando della stessa spesa iniziale della consulenza). E per questo, c’è il nostro servizio “ponte”: una prima consulenza gratuita sul tuo mutuo attraverso una breve descrizione nel form.

Queste sono le premesse, ma il nostro obiettivo, più ampio, è quello di fornire al lettore tutte le possibilità per potersi muovere da solo e scegliere il mutuo online. Per questa ragione, torneremo agli strumenti in un secondo momento e ci concentriamo qui di seguito sui passaggi essenziali per scegliere il mutuo.

Gli step per scegliere il mutuo online

La scelta di un mutuo è ciò che potrebbe farti risparmiare anche mille euro l’anno, se fatta bene. Come si fa a scegliere un mutuo online “bene”? Il primo passo è sicuramente quello di ricostruire la propria situazione economica di partenza e sulla base di essa scegliere le diverse parti che compongono un mutuo: la tipologia, la durata, l’importo, ecc. Qui di seguito forniamo un elenco dei passaggi essenziali da considerare durante la scelta di un mutuo (di cui l’ultimo è, a nostro avviso, fondamentale!)

TASSO

La scelta del tasso è determinante sia per l’importo della rata, sia per la vita del mutuatario. Un mutuo a tasso variabile determinerà un importo “minore” della rata ma una vita più attenta agli andamenti economici che, con le loro oscillazioni, potrebbero variare le rate di mese in mese.  Al contrario, un mutuo a tasso fisso determinerà una rata “maggiore” ma una vita più predefinita e senza imprevisti, considerando che lo stesso importo lo si andrà a pagare per tutta la durata del finanziamento.

L’uso del virgolettato è d’obbligo perché parlare di minore e maggiore, negli innumerevoli scenari economici, rischia di essere forviante. Si può certo pagare una rata più bassa con un mutuo a tasso variabile ma se firmato in un momento storico in cui l’euribor è negativo. Allo stesso modo, si può anche pagare di meno con un tasso fisso, se si congela un’eurirs ai minimi storici e lo si mantiene tale per tutto il rimborso. Insomma, la scelta del tasso può essere influenzata da un’attenta analisi preliminare di quelli che sono gli indici attuali in borsa. 

Ciò su cui bisognerebbe puntare l’occhio è lo spread, il tasso applicato dalla banca. Lo spread si va ad aggiungere agli indici eurirs ed euribor, e nel contratto variabile diventa l’indice “fisso”. Tecnicamente, lo spread è più alto nei mutui a tasso fisso e più basso nei variabili. Tuttavia, premesse a parte, bisogna sempre tenere in considerazione il fatto che, a prescindere, le banche tendono ad innalzarlo quando l’inflazione si abbassa.

TAN E TAEG

Altro fattore essenziale durante la scelta del mutuo è costituito dal Tan e dal Taeg. Il primo consiste nel Tasso annuale nominale, il secondo nel Tasso annuo effettivo globale, ed è ciò su cui bisogna prestare maggiore attenzione. Il motivo è presto detto: nel Taeg sono incluse tutte le spese legate al mutuo e per questo il suo valore corrisponde al costo reale; nel Tan, invece, vengono spesso omesse le diverse spese per porre l’accento sui “tassi d’ingresso”, ossia tassi apparentemente vantaggiosi ma validi solo all’inizio del mutuo (e che fanno scalpore in pubblicità!).

IMPORTO RATA E DURATA

Per quanto riguarda la durata del finanziamento, generalmente un mutuo può durare dai 5 ai 30 anni.  La scelta della durata è direttamente proporzionale alla rata che andrai a pagare:

  • scegliendo un mutuo più lungo, si pagheranno rate più basse ma maggiori interessi;
  • scegliendo un mutuo più breve, si pagheranno rate più alte ma minori interessi. 

A questo proposito, ciò che bisogna tenere a mente è che di base la rata mensile non dovrebbe superare 1/3 dello stipendio, in quanto i restanti due terzi servono per il sostentamento economico del nucleo e per le spese di casa.

IMPORTO MUTUO E LTV

Il loan to value è il rapporto tra importo del mutuo ed il valore dell’immobile da acquistare, e nei contratti di mutuo è espresso in percentuale. Il principio è il seguente: minore è l’Ltv, e meno costa il mutuo. Generalmente, oggi, un mutuo viene erogato all’80% del Ltv, nel cosiddetto “minore tra valore dell’immobile e costo di perizia”, dove il restante 20% corrisponde all’anticipo iniziale.In questo caso non si tratta della misura più conveniente, ma della misura Ltv più contenuta e sostenibile dal vasto pubblico (sia per gli interessi che per l’anticipo iniziale).

A partire da questo dato, c’è chi potrebbe far richiesta per un mutuo finanziato al cento per cento: se non si ha la liquidità iniziale per pagare l’anticipo del mutuo, si può anche pensare di sottoscrivere un mutuo con un Ltv al 90% o al 100% ma con interessi molto più alti. Al contrario, se si possiede una buona liquidità iniziale per sostenere l’anticipo del mutuo si può pensare di firmare un mutuo al 50, 60 o 70% del Ltv e pagare interessi molto più bassi.

AGEVOLAZIONI

Altra fonte di risparmio sono le agevolazioni fiscali sui mutui per l’acquisto della prima casa. Infatti, sottoscrivendo un mutuo prima casa è possibile detrarre l’Irpef al 19% ogni anno fino a 4.000 euro, tra interessi, imposte e spese notarili.
Inoltre, c’è sempre l’aliquota agevolata al 4% per acquisto acquisto prima casa a regime Iva.

RINEGOZIAZIONE E SURROGA

Non è mai troppo tardi per iniziare a risparmiare sul mutuo. Anche se hai già acceso un mutuo, puoi sempre pensare di andarlo a modificare. Per fare ciò, hai due strumenti a disposizione. La rinegoziazione, ossia la ridiscussione delle condizioni contrattuali con la tua banca, oppure la surroga, ovvero il trasferimento del tuo debito presso una nuova banca e senza costi.

In entrambi i casi, l’obiettivo è puntare ad abbassare gli interessi. Pertanto, se hai un mutuo acceso ma ti sei reso conto che altre persone attorno a te pagano meno d’interessi, è giunto il momento di consultare la tua banca e vedere se è disposta ad abbassare il tasso. Qualora non lo fosse, o non fosse così conveniente, scopri qual è la migliore surroga online e inizia a risparmiare in una nuova banca. Come? Se vuoi rinegoziare, mostra il pdf dei tassi trovati nel link qui di sopra e costringila a rivedere i tassi per adeguarsi ai tassi del mercato. Se vuoi surrogare, perché la banca non rinegozia, scarica il preventivo più conveniente per te e prenota un appuntamento in filiale!

ASSICURAZIONE

Non si può parlare di mutuo senza l’assicurazione sul finanziamento. Per legge, l’unica polizza obbligatoria è quella “scoppio e incendio”, che tutela sia la banca che il mutuatario in caso di sinistro legato ad esplosioni o fiamme in casa. Tutte le altre assicurazioni, come la polizza vita o sulla perdita d’impiego, sono facoltative e accessorie al mutuo.
Ovviamente, è sempre meglio avere le assicurazioni, dal momento che la vita è imprevedibile e bisognerebbe tutelare il mutuo da ogni evenienza. Tuttavia, esse hanno un costo ed è dunque necessario scegliere quale sottoscrivere.

Dal momento che le polizze sono facoltative, fatta eccezione per lo scoppio e incendio, l’unico consiglio da seguire durante la scelta dell’assicurazione è quello di ricordare che non si è obbligati a scegliere le polizze offerte dalla banca, ma ogni mutuatario è libero di scegliere assicurazioni più convenienti online e presentare le proposte al proprio istituto (per legge!).

CONFRONTARE PREVENTIVI ONLINE

Ultimo, grande passo imprescindibile per scegliere il mutuo è comparare le offerte online. Prima di presentarsi in qualsiasi banca, è fondamentale avere in mano diverse offerte di preventivo. Infatti, sono i preventivi a dirti quali sono condizioni e costi legati al mutuo, in relazione al tasso, alla durata e all’importo scelto. Pertanto, ultimo ma fondamentale step per scegliere il mutuo su misura è simulare la rata del tuo mutuo gratuitamente e compararla con altri preventivi (puoi farlo direttamente da qui).

Non sai come scegliere il mutuo online? descriviti brevemente nel form, compila i campi richiesti e ottieni con noi una prima consulenza gratuita sul tuo mutuo.

I nostri consigli su come scegliere il mutuo senza sbagliare

Quelli appena elencati sono a grandi linee le prime scelte da ponderare per delineare il proprio mutuo ideale, ma, a nostro avviso, è sempre opportuno tenere a mente alcuni consigli che possono tornarvi utili al momento della sottoscrizione.

Tempi di erogazione. Troppo spesso le pagine online si popolano di commenti negativi su alcune offerte di mutuo apparentemente appetibili, ma con tempi di erogazione davvero lenti. Una buona cosa è quella di scoprire in anticipo entro quanto la banca erogherebbe il mutuo sul tuo conto corrente. Perché è importante? Quando si acquista una casa e si pattuisce una proposta di acquisto con il venditore dell’immobile, si stabilisce un tempo entro cui l’acquirente deve iniziare a pagare l’immobile al venditore. Questo tempo, però, potrebbe non coincidere con i tempi della banca e rischierebbe di compromettere la compravendita. Pertanto, chiedi sempre quali sono le tempistiche dell’erogazione del mutuo.

Proposta vincolata all’accettazione del mutuo. A proposito con quanto detto prima, avete mai letto o saputo di quelle persone che hanno pagato l’acconto di casa per poi vedersi rifiutare il mutuo?  Si può evitare di incorrere nello stesso errore, se durante il compromesso si firma la clausola specifica “proposta di acquisto vincolata al mutuo”.

Occhio al TAEG. Molte delle pubblicità online puntano su Tan bassi e allettanti, ma molto spesso ciò coincide con una promozione fallace. Il Tan, infatti, si divide in tasso a regime, valido per tutta la durata del finanziamento, e tasso d’ingresso, che consiste invece in un tasso valido solo per le prime rate del mutuo. Considerando che il Taeg contiene tutti i costi senza omissioni, il modo migliore per scegliere il mutuo è valutarne, appunto, il Tasso annuo effettivo globale.

Fattibilità del mutuo. Come accennato in precedenza, l’importo di una rata non può superare un terzo dello stipendio.  Pertanto, una volta che hai tutti i dati del mutuo sotto gli occhi, calcola la rata in base alla tua capacità reddituale prima di richiedere il mutuo. Ti eviterà rischi legati all’insostenibilità dei pagamenti mensili.

Leggi attentamente il contratto o PIES. Prima di firmare il contratto che ti vincolerà al mutuo, leggi attentamente tutte le condizioni economiche riportate nel “Prospetto informativo europeo standardizzato”. Si tratta di un fascicolo informativo sul finanziamento che la banca è tenuta a consegnare al  cliente quando questi effettua una proposta vincolante di mutuo. 


Eccoci al termine di questa guida su come scegliere mutuo online, sperando di avervi fornito tutti i parametri necessari per effettuare la scelta del vostro finanziamento. Scegliere il mutuo non è così scontato, come abbiamo specificato all’inizio di questo articolo. E ci auguriamo che, leggendo, ne abbiate compreso e condiviso il punto di vista.
Il nostro obiettivo è quello di orientare i nostri lettori tra i mutui e verso il risparmio. E con una buona dose informativa, ciò è davvero possibile. Molti utenti che ci hanno contattato in passato per delle consulenze si sono ricreduti sul servizio, e lo scetticismo per l’investimento in questo tipo di attività strategica e preliminare al mutuo può dirsi vinto da un’evidente risparmio sul lungo termine. Perché un mutuo ben scelto, e calibrato sulle reali capacità ed esigenze, genera risparmio. Per questa ragione, offriamo un primo consulto gratuito a tutti i nuovi utenti che non conoscono la consulenza, ma che necessitano di un parere sul proprio mutuo. Come? molto semplicemente, descrivici la tua situazione nel form.

Noi di simulatorimutuo vi salutiamo qui, lasciando come sempre aperto l’invito a contattarci via email per qualsiasi dubbio o necessità specifica, oppure, in alternativa, a lasciare un commento sotto l’articolo. Come abbiamo visto, le opinioni degli utenti sono il punto di partenza su come scegliere il mutuo online. Con un piccolo commento, si può aiutare il prossimo lettore nella scelta del mutuo e contribuire al bagaglio conoscitivo di tutti, il nostro compreso!

Condividi questo articolo:

Come scegliere il mutuo? Consigli e confronti

mutuo ipotecario per liquidità